Consulatul General al Republicii Moldova la Milano (Republica Italiană)

Linkuri utile


Centrul de Apel E-services Registru Chamber

Storia

Moldova ha una storia ricca ed è parte integrante dell’Europa. Trovandosi in una zona di contatto con diverse correnti culturali e storiche, come ad esempio quella carpatico - balcanica, centro-europea ed euroasiatica, per diversi millenni ha assorbito le diverse tradizioni culturali delle popolazioni proto - indoeuropee e dei rami più arcaici indoeuropei, compresi quello dei Traci, degli Slavi, dei Celti, dei Gotici e degli Unni. In seguito, queste culture hanno ottenuto delle caratteristiche specifiche ed irrepetibili.

Sul territorio della Repubblica di Moldova esistono diversi monumenti particolari storico-archeologici (circa otto mila), i cui valori storico-culturali fanno parte del contesto patrimoniale umano europeo in generale.

Il territorio moldavo è stato popolato sin dai tempi più remoti. Numerosi resti archeologici confermano il fatto, che gli uomini hanno popolato questi luoghi dal periodo Paleolitico Inferiore (circa 500 mila di anni fa).

Alla fine del millennio V-IV a.C., nell’età del Neolitico, si è costituita una delle più notevoli culture Cucuteni-Tripolie, che ebbe a quel periodo delle performance incomparabili nel settore dell’arte.

L’esistenza delle civiltà dei Geto- Daci, datata intorno al VI-I sec. a. C., si è diffusa su tutto il territorio moldavo. All’inizio dell’anno 105 a. C., in seguito alle numerose vittorie dell’Imperatore Traiano sulla Dacia, questa popolazione fu romanizzata, prendendo dai conquistatori Romani, la lingua e la cultura dell’Impero Romano.

Dopo il ritiro delle legioni dei Romani da queste terre (anno 271, periodo dell’Imperatore Aurelio), ebbe inizio il periodo dei “popoli migratori” (Goti, Unni, Avari, Slavi), che si è concluso nel 1359 con la costituzione dello Stato Feudale moldavo, il cui fondatore fu considerato Bogdan I.

Nel 1812, come risultato del Trattato di Pace russo-turco di Bucarest, la parte dell’est della Moldova, che è situata tra i fiumi Prut e Nistru, chiamata Bessarabia fu annessa all’Impero russo, diventando in seguito una sua provincia fino al 1918.

Nel 1918, l’Organo Supremo del potere dello Stato della Bessarabia prende la decisione di unire le terre con la Romania, una situazione che durò fino al 1940, quando in seguito al Patto di Ribbentrop - Molotov nel 1939, fu annessa dall’Unione Sovietica. Moldova, come unità territoriale fece parte all’URSS fino all’ultimo decennio del secolo XX.

Il 27 agosto del 1991, la Repubblica di Moldova diventa uno stato indipendente e sovrano.