Consulatul General al Republicii Moldova la Milano (Republica Italiană)

Linkuri utile


Centrul de Apel E-services Registru Chamber

Economia

In seguito al collasso dell’URSS e alla dichiarazione d’indipendenza del 27 agosto 1991, la Repubblica di Moldova ha attraversato una tappa complessa di transizione dell’economia di mercato, affrontando un declino economico di alte proporzioni.

La crisi economica è durata 10 anni (dal 1990 fino al 1999 incluso), periodo in cui il PIL è sceso ad un terzo del suo valore precedente. A partire dal 2000, l’economia del paese ha registrato una certa stabilità ed il volume di produzione si è normalizzato, il che ha influenzato parzialmente anche la riduzione della povertà. Nel periodo 2000-2005, il PIL è cresciuto del 43%. Di conseguenza, il tasso di povertà si è ridotto del 41,3%.

La Repubblica di Moldova continua a mantenere la stabilità macroeconomica. Nel 2005 l’inflazione è scesa dal 44% nel 1999 al 10% , pur mantenendo il tasso di cambio della moneta nazionale relativamente stabile, mentre le riserve valutarie sono incrementate significativamente.

Produsul intern brut

La crescita economica e i prestiti esterni hanno permesso la riduzione del debito pubblico e di quello garantito dal PIL del 79% nel 2000 al 27% nel 2005.

Ciò è dovuto alla promozione di una politica monetaria adeguata, assieme ad una politica fiscale rigida, nonché all’implementazione delle riforme fiscali, che hanno come scopo il perfezionamento del sistema di riscossa delle tasse.

Lo sviluppo economico del paese nel 2006 è stato influenzato negativamente da una serie di fattori esterni. Tra questi si enumerano le condizioni climatiche sfavorevoli, l’interdizione dell’esportazione di alcuni tipi di beni nella Federazione Russa, più l’accesso limitato agli altri mercati di esportazione, il raddoppiamento dei prezzi per le risorse energetiche, importate dalla Russia e l’aumento considerevole dei prezzi per le risorse energetiche sui mercati esteri. Di conseguenza, gli indici macroeconomici sono deteriorati, è diminuito il tasso di crescita del PIL, si è ridotta la produzione industriale e agricola, nonché l’esportazione di beni, portando ad un aumento del deficit del bilancio commerciale e del bilancio di pagamento. Tutto ciò ha accelerato il processo di inflazione. L’incremento dell’inflazione ha un carattere non monetario e dipende dai prezzi del gas, delle risorse energetiche e dei costi di produzione connessi.

I fattori esterni nel 2006 hanno creato difficoltà nell’attività del Governo, orientata alla realizzazione degli impegni economici e sociali. Le difficoltà economiche che la Repubblica di Moldova ha dovuto affrontare nel 2006 potrebbero avere un impatto negativo sul tenore di vita della popolazione. Perciò, il Governo e la Banca Nazionale sono pronti ad intraprendere misure straordinarie per prevenire gli impatti social economici negativi sul paese.

Gli indici di base dello sviluppo social economico della Repubblica di Moldova per il periodo 2000- il primo semestre del 2006
Indici 2000 2001 2002 2003 2004 2005 I sem. 2006
Il tasso di crescita del PIL, % rispetto all’anno precedente 2.1 6.1 7.8 6.6 7.4 7.1 5.0
Popolazione sotto la soglia assoluta di povertà, % 67.8 54.6 40.4 29 26.5 29.1 -
Tasso di disoccupazione (secondo BIM), % 8.5 7.3 6.8 7.9 8.1 7.3 6.41
Debito esterno totale in rapporto col PIL, % 133.9 113.5 109.6 97.7 73.1 68.4 -
Ritmo di crescita dei prezzi di consumo (fine anno), % 18.4 6.3 4.4 15.7 12.5 10 7.4
Tasso medio di cambio, lei/dollari USA 12.43 12.87 13.57 13.94 12.33 12.60 13.02
Bilancio del conto corrente in rapporto con il PIL, % -7.6 -1.8 -1.2 -6.8 -2 -8.3 -14.3
Le entrate dei residenti lavoratori all’estero ed il trasferimento dall’estero degli impiegati in rapporto con il PIL, % 13.8 16.4 19.4 24.4 27 31.4 31.1
Valore dell’IVA lordo dell’industria nel PIL, % 16.3 18.7 17.3 17.6 17.1 17 15.2
Valore dell’IVA lordo in agricoltura, economia della caccia e della selvicoltura nel PIL, % 25.4 22.4 21.1 18.3 17.5 14.2 7.5
Valore dell’IVA lordo nell’agricoltura, economia della caccia e selvicoltura nel PIL, % 21 18 21 21 21 27 26