Consulatul General al Republicii Moldova la Milano (Republica Italiană)

Linkuri utile


Centrul de Apel E-services Registru Chamber

Cultura

La cultura della Repubblica di Moldova rappresenta un’ampia serie di attività culturali: letteratura, teatro, musica, arti figurative, architettura, cinematografia, radio e televisione, arte della fotografia, disegno, circo, arti popolari, archivi e biblioteche, redazione dei libri, ricerca scientifica, turismo culturale e altro.

Spettacolo

Teatrul naţional de opera şi balet

L’attività dei concerti accademici è assicurata da tre Istituti del Concerto:

  • Filarmonica nazionale “Serghei Lunchevici” (2 sale, orchestra sinfonica, cappella del coro, canzoni popolari, gruppo musicale);
  • Musica con l’Organo (orchestra da camera e coro da camera);
  • Palazzo nazionale (Organizzazione Concertistica e di Manager “Moldovan - concerto”, gruppi nuovi musicali e danza popolare, musica leggera).

Teatro

La Repubblica di Moldova ha un totale di ventidue Istituti di Spettacolo: diciotto teatri di arte drammatica, un teatro di Opera e di Balletto, un teatro di folclore e due teatri di marionette; diciassette teatri sono situati nella capitale e cinque in altre località. I più importanti teatri riscuotono grandi successi a diversi Festival all’estero e organizzano a loro volta Festival internazionali sul territorio nazionale, intraprendono dei tour in Francia, Italia, USA, Federazione Russia, Giappone, China, Romania e altri paesi.

Arti figurativi

Il termine di “arti figurative” naturalizzato in Repubblica di Moldova ingloba tre generi di arti:

  • La pittura (monumentale e da cavalletto);
  • Grafica (da cavalletto, di carta, da locandine, pubblicità e altro);
  • Scultura (plastica “en ronde-bosse”, bassorilievo, altorilievo di prospettiva)

Negli ultimi anni, in Moldova sono apparsi le “istallazioni/montaggi”, “video-art”, “scultura cinetica”, “grafica digitale”, “performance” e altro.

L’arte popolare è rappresentata in una ricca varietà di generi, tipi e specie. La maggioranza di quest’ultime fa parte del settore dell’arte “decorativa”: ceramica, tappeti tradizionali, abbigliamento tradizionale, lavorazione della pietra e del legno, oggetti di pelle e legno, lavorazioni in metallo, giocatoli tradizionali ecc.

Le sale per l’esposizione sono: Centro dell’Esposizione “Constantin Brancusi”, Museo nazionale di Arte della Moldova, gallerie di esposizioni private.

Folklore

Il folklore nella Repubblica di Moldova ha una buona base di origine daco-latina e comprende delle credenze e costumi popolari specialmente in musica e danza, in poesia e prosa orale, mitologia, rituali, teatri popolari ecc.

Tale patrimonio culturale, nell’insieme della sua celebrazione/rivelazione, fonda un settore ampio di un valore particolare dell’arte nazionale, la quale non solo ha preceduto le sue forme colte, ma allo stesso tempo ha continuato ad ampliarsi nell’epoca moderna, assicurando una sostanza originale ed etnica per l’intera cultura professionista.

Patrimonio culturale

Vila urbană a lui Vladimir Herţa

La Repubblica Moldova ha conservato un patrimonio culturale molto importante, essendo molto diffuso sul territorio e di un certo valore: siti archeologici, case, palazzi, castelli, monasteri e chiese, opere d’arte monumentale, monumenti ed installazioni tecniche, costruzioni, come piazze, vie, quartieri, villaggi e centri urbani oppure zone etnografiche realizzate con l’architettura tradizionale.

Il patrimonio culturale dei beni mobili possiede ottantasette musei nel paese, cinque dei quali assieme a sette filiali sono subordinate direttamente al Ministero della Cultura e del Turismo, invece sessantasei musei sono subalterni agli organi amministrativi pubblici locali. I fondi di questi, contengono circa 700.000 pezzi di patrimonio, che racchiudono una storia della cultura nazionale e di quella universale.

Vas ceramică, cultura Cucuteni-Tripolie din satul Bîdragii Vechi

Il patrimonio archeologico della Repubblica di Moldova è ricco di opere d’arte di un’antichità considerevole. Sono state individuate delle mostre di sculture, che risalgono ancora ai tempi del periodo del Tardo- Paleolitico.

La ceramica della cultura dei “Cucuteni- Tripolie” del periodo Neolitico, è stata rilevata in diverse località della Repubblica di Moldova e possiede dei valori artistici incontestabili, raffigurando un complesso di mitologie d’immagini.

La cultura delle minoranze etniche

In Repubblica di Moldova sono attive delle associazioni etnoculturali: diciotto minoranze etniche – ucraini, russi, bulgari, gagauzi, ebrei, bielorussi, polacchi, tedeschi, zingari, greci, lituani, armeni, azeri, tatari, ciuvasci, italiani, coreani, uzbechi- che dispongono delle associazioni attive sotto forma di comunità della società, centri, fondazioni culturali ecc.

Nella virtù del principio della legalità e dell’universalità della legislazione culturale, le minoranze etniche hanno la possibilità di estendere/sviluppare la loro cultura tradizionale e l’arte nazionale. A Chisinau sono attivi i seguenti teatri: Teatro russo d’arte drammatica “A. Cechov”; a Ceadir-Lunga (UTA Gagauzia), Teatro d’arte drammatica Gagauzo “Mihail Cekir”; a Taraclia- Teatro dei Bulgari della Bessarabia “Olimpii Panov”.